Escursione scialpinistica al Monte Castello

Quest’escursione scialpinistica porta da Pederü attraverso l’Alpe di Fanes al dente per roccia del Monte Castello (2.817 m s.l.m.).

Alle ore 7.00 di mattina, con -15° C, partiamo dal Rifugio Pederü (1.540 m s.l.m.), raggiungibile da San Vigilio di Marebbe. Lungo la strada forestale a serpentine ci dirigiamo verso l’Alpe di Fanes. Dopo il primo tratto a serpentine attraversiamo un’altopiano, continuando sempre in direzione Fanes. Il sentiero in questo tratto è pianeggiante, a nostro avviso anche troppo per gli sci d’alpinismo, ed è sempre fiancheggiato da maestose montagne. Comunque quest’area è veramente impressionante, e passo dopo passo ci avviciniamo al Rifugio Fanes a 2.069 m s.l.m. come anche al Passo Limo (2.172 m s.l.m.) che si trova sopra il rifugio, raggiungibile attraversando il sentiero a serpentina (malagevole in questo tratto).

Da quì si gode un panorama veramente impressionante sull’Alpe di Fanes, il Col Becchei di Sopra, la Cima Dieci, la Cima Nove e altre vette fantastiche. Anche la nostra meta è già visibile, anche se solo da lontano - una roccia tra la Furcia Rossa e la parete Ciampestrin. Procediamo in direzione sud, scendendo per circa 100 m di dislivello (conviene togliere le pelli di foca). Montando nuovamente le pelli di foca, la roccia sembra essere vicina, ma invece non lo è. Camminamo in direzione Vallon Bianco, tenendoci sempre sulla destra al cospetto della parete Ciampestrin. Su e giù, il percorso non sembra finire mai e richiede tenacia e determinazione.

Pian piano il Monte Castello si avvincina e poche serpentine ci separano anora dalla meta della nostra escursione invernale, il dente di roccia del Monte Castello con il Bivacco della Pace, una piccola baita alle falde della roccia. Dopo oltre 4 ore siamo finalmente giunti al bivacco dove gettiamo uno sguardo verso l’impressionante massiccio montuoso delle Tofane. Dopo una breve pausa all’interno del (freddissimo) bivacco ci prepariamo per la discesa sugli sci attraverso l’ampio Vallon Bianco, pieno di neve farinosa pressata dal vento. Dopo aver lasciato alle spalle il Rifugio Fanes ritorniamo al nostro punto di partenza a Pederü lungo il sentiero forestale (attenzione, slittini ed escursionisti!).

Indicazione: impressionante per quanto riguarda il paesaggio. Escursione molto lunga e frequentemente a pericolo di valanghe. Orientamento difficile in caso di maltempo, da sconsigliare. La meta di quest’escursione non è una vetta, ma una cresta con vista mozzafiato. Ne vale la pena, soprattutto se il Vallon Bianco è pieno di neve farinosa.

Autore: BS

Consiglio: se volete intraprendere questa escursione scialpinistica, informatevi prima delle attuali condizioni metereologiche, neve e bollettino di valanghe direttamente sul posto. ARVA, sonda, pala come anche una cartina geografica dettagliata sono indispensabili!

Punto di partenza: Rifugio Pederü, San Vigilio di Marebbe
Percorso: Pederü - Alpe di Fanes - Rifugio Fanes - Passo Limo - Vallon Bianco - Bivacco della Pace - dente di roccia del Monte Castello
Tempo di percorrenza: 4 - 5 ore
Dislivello: 1.300 m
Escursione intrapresa a: marzo 2009
Ulteriori informazioni: APT San Vigilio di Marebbe, tel. +39 0474 501037

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Hotel Bad Waldbrunn
    Hotel

    Hotel Bad Waldbrunn

  2. Alpinhotel
    Hotel

    Alpinhotel

  3. K1 Mountain Chalet
    Residence

    K1 Mountain Chalet

  4. Hotel Hubertus
    Hotel

    Hotel Hubertus

  5. Entdecker Hotel Panorama
    Hotel

    Entdecker Hotel Panorama

Suggerimenti ed ulteriori informazioni