Escursione scialpinistica sul Monte Nevoso

Il Monte Nevoso (3.358 m s.l.m.) nella Valle di Riva è una meta scialpinistica primaverile impegnativa con pendii ripidi.

Punto di partenza di quest’escursione primaverile è la taverna Säge (1.591 m s.l.m.) a Riva di Tures. Partiamo alle ore 6.00 id mattina. Prima attraversiamo un ponte per poi proseguire sul sentiero n. 8 fino a giungere dopo ca. mezz’ora ad un bivio (1.800 m s.l.m.). Da qui il percorso ci conduce nel bosco, dove attraversiamo una ripida gola lungo un sentiero stretto, ramponi per sci consigliabili. Dopo aver lasciato alle spalle la foresta e dopo aver superato questo primo tratto impegnativo si vede il Rifugio Roma (2.274 m s.l.m.).

Ora svoltiamo a destra, attraversando un pendio piuttosto ripido a serpentine, giungendo ad una conca pianeggiante, che dopo una breve pausa ci conduce direttamente all’interno della valle che si estende ai piedi del Monte Nevoso. Da quì possiamo già vedere la vetta che però è ancora lontana. Ora ci dirigiamo verso il primo pendio veramente ripido che va superato a serpentine, la neve polverosa rende la camminata difficilie. A 3.120 m s.l.m. giungiamo ad una sella, da quì puntiamo verso il secondo pendio ancora più ripido, superiamo i pendii del ghiacciaio (slacciare gli sci per un breve tratto) per poi guingere al deposito sci a 3.320 m di altitudine. Attenzione nell’ultimo tratto del percorso, consigliabile solo a scialpinisti tecnicamente forti!

Da qui si prosegue a piedi per circa 10 minuti lungo la cresta del Monte Nevoso che non solo richiede l’assoluta assenza di vertigini ed un passo sicuro, ma anche condizioni sicure del manto nevoso. Alla croce in vetta del Monte Nevoso (3.358 m s.l.m.) vi aspetta una vista mozzafiato non solo sulle Vedrette di Ries con Collalto e Collaspro ma anche sulle numerose montagne di tremila metri. Ritornati al deposito sci, iniziamo a scendere lungo i pendii ghiacciati del Monte Nevoso, neve polverosa ed ampie zone ancora intonse ci aspettano. Visto che vorremo fare anche una sosta al Rifugio Roma scendiamo verso destra. A piedi attraversiamo un ponticello per poi salire un breve tratto, poi scendiamo direttamente al rifugio. La seconda parte della discesa è meno piacevole ma avventurosa, ed avviene per via di salita (alternativa: scendere in linea diretta lungo un canalone stretto). È consigliabile chiedere l’oste del rifugio per quanto riguarda la via migliore.

Indicazione: itinerario scialpinistico impegnativo e difficile anche dal punto di vista tecnico che richiede un passo sicuro e l’assoluta assenza di vertigini in cresta, come anche condizioni assolutamente sicure del manto nevoso. Informarsi presso il Rifugio Roma! Vi aspettano pendii da favola ed un panorama mozzafiato in vetta.

Autore: BS

Se volete intraprendere quest’escursione Vi consigliamo di informarvi sulle condizioni attuali prima prima di partire (condizioni metereologiche, neve, bollettino valanghe). ARVA, sonda, pala come anche una cartina geografica dettagliata sono indispensabili.

Punto di partenza: parcheggio taverna Säge a Riva di Tures
Percorso: taverna Säge - Rifugio Roma - sella - Monte Nevoso
Segnavia: sentiero n. 8
Tempo di percorrenza: ca. 5 ore
Dislivello: 1.767 m
Esposizione del pendio: nord
Escursione intrapresa a: aprile 2010
Ulteriori informazioni: Rifugio Roma, tel. +39 0474 672550

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Schwarzenstein
    Hotel

    Schwarzenstein

  2. Amonti & Lunaris
    Hotel

    Amonti & Lunaris

  3. Posthotel
    Hotel

    Posthotel

  4. Gallhaus
    Hotel

    Gallhaus

  5. Natur Idyll Hochgall
    Hotel

    Natur Idyll Hochgall

Suggerimenti ed ulteriori informazioni