Escursione sul Picco della Croce

Il Picco della Croce è la vetta principale dei Monti di Fundres ed offre una splendida vista sul Lago Selvaggio.

Il Picco della Croce (3.134 m s.l.m.) è la vetta principale dei Monti di Fundres ed offre una vista impressionante sulle Alpi della Zillertal, ma anche oltre. Questa montagna con doppia vetta è la meta della nostra escursione. Partiamo dal parcheggio nei pressi della Malga Fane (1.700 m s.l.m.) a Valles e passiamo per l’idilliaco villaggio alpino proseguendo il sentiero n. 17 attraverso la romantica e selvaggia Gola di Valles. Nella gola a destra una piccola cascata si getta verso valle. Ad un bivio (1.980 m s.l.m.) proseguiamo in direzione Rifugio Bressanone, sempre sul sentiero n. 17.

Senza difficoltà giungiamo al Rifugio Bressanone a 2.282 m s.l.m., fiancheggiato dai Monti di Fundres. Dopo una breve sosta proseguiamo verso il fondo della vallata alpina, camminando sul sentiero 17B. Di fatto questo tratto fa parte della famosa Alta Via di Fundres. Facendo un largo giro verso sinistra ci avviciniamo al giogo Rauhtaljoch. Questo tratto si fa più ripido e richiede un passo sicuro ed anche allenamento. Il canalone è ancora in parte coperto di neve dell’inverno precedente. Dal giogo Rauhtaljoch (2.807 m s.l.m.) è consigliabile fermarsi per un’istante, davanti a noi si estende un paesaggio stupendo.

Proseguiamo sul sentiero n. 18 verso il Picco della Croce, circa 45 minuti ci separano ancora dal punto più alto. Il sentiero rimane ripido, ma la vista sulle vette circostanti ed il Lago Selvaggio ricompensa la fatica. Dopo aver superato un’ulteriore poggio e gli ultimi metri di dislivello, finalmente giungiamo in vetta: la vista a 360 gradi che il Picco della Croce offre, non solo sulle Alpi della Zillertal, è veramente splendida.

Dopo una bella merenda ci mettiamo nuovamente in cammino, ritornando al giogo Rauhtaljoch. Da quì prendiamo il sentiero n. 18 verso il Lago Selvaggio e la Malga Labeseben. Ci avviciniamo alle acque limpide del lago di montagna, il sentiero si snoda lungo la sponda sinistra. Lasciando alle spalle questo laghetto proseguiamo verso la Malga Labeseben (2.100 m s.l.m.). Lungo una strada forestale larga giungiamo al bivio di stamattina. Attraverso la Gola di Valles infine raggiungiamo il nostro punto di partenza. L’escursione descritta può anche essere fatta in senso orario.

Indicazione: splendida vetta di 3.000 metri che offre una vista panoramica fantastica sul Lago Selvaggio! Passo sicuro ed allenamento sono richiesti, per alpnisti esperti quest’escursione non presenta difficoltà. Salita molto ripida nel canalone, informatevi prima sulle condizioni visto che la neve spesso copre il canalone anche d’estate. Possibilità di pernottamento sul Rifugio Bressanone, per scalare la Cima Valmala il giorno dopo.

Autore: BS

Consiglio: se volete intraprendere questa escursione, informatevi prima delle attuali condizioni direttamente sul posto!

Punto di partenza: Malga Fane, Valles
Percorso: Malga Fane - Gola di Valles - Rifugio Bressanone - giogo Rauhtaljoch - Picco della Croce - Malga Labeseben - Malga Fane
Segnavia: 17, 17B (Alta Via di Fundres), 18
Tempo di percorrenza: ca. 4 ore (salita), 3 ore (discesa)
Dislivello: 1.400 m
Altitudine: tra 1.700 e 3.134 m s.l.m.
A misura di famiglia? Fino al Rifugio Bressanone, si!
Escursione intrapresa a: settembre 2009
Ulteriori informazioni: APT Gitschberg-Jochtal, tel. +39 0472 869100

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Hotel Alpenrose
    Hotel

    Hotel Alpenrose

  2. Hotel Edelweiss
    Hotel

    Hotel Edelweiss

  3. Hotel Sonnenberg
    Hotel

    Hotel Sonnenberg

  4. Alpin Hotel Masl
    Hotel

    Alpin Hotel Masl

  5. Silena
    Hotel

    Silena

Suggerimenti ed ulteriori informazioni