Escursione sul Piz da Peres

Il Piz da Peres (2.507 m s.l.m.) è una splendida vetta panoramica nelle Dolomiti di Braies, di fronte al famoso Plan de Corones.

Quest’escursione ci conduce in vetta ad una montagna panoramica che si trova proprio di fronte al Plan de Corones e all’interno del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies. Partiamo dal laghetto artificiale al Passo Furcia (1.758 m s.l.m.), scendiamo qualche metro verso gli impianti, prima di imboccare il sentiero n. 3 a sinistra in direzione Piz da Peres. Esso ci conduce su una strada sterrata larga lungo la quale attraversiamo il bosco. Lungo un sentiero più stretto saliamo in linea più diretta ad una cava di sabbia, da qui proseguiamo sul sentiero n. 3, percorrendo il sentiero sterrato che si snoda ai piedi del Piz da Peres e la Cima Tre Dita. Questo sentiero è ben curato ma spesso si fa molto stretto.

Girando a destra sempre sullo stesso sentiero, ci avviciniamo ai piedi del Piz da Peres, attraversiamo un bosco di coniferi rado ed una vallata di rododendri e proseguiamo sul sentiero che ci conduce verso la forcella tra la Cima Tre Dita (2.479 m s.l.m.) e il Piz da Peres (2.507 m s.l.m.), la Forcella Tre Dita. Superando il sentiero stretto e ripido a serpentina saliamo il canalone detritico, che dopo precipitazioni oppure con campi di neve può essere relativamente scivoloso e difficile da superare. Bastoni da escursionismo consigliati! Giunti alla Forcella Tre Dita ci si presenta una splendida vista verso l’altro lato della montagna, sulle montagne dell’altopiano di Senes e le Dolomiti di Braies. Imbocchiamo il sentiero n. 12 a destra che attraversa i prati che vi si estendono, la croce in vetta è già visibile e in una mezz’ora di camminata giungiamo in vetta del Piz da Peres. Impressionante è la vista sul Plan de Corones di fronte, sulle Dolomiti di Braies e sulla vicina Cima Tre Dita con il Lec de Fojedöra, nonché San Vigilio di Marebbe in valle verso sudovest.

Anche il ritorno è un’avventura e presenta tratti veramente impressionanti che però richiedono un passo sicuro. Il sentiero n. 12 ci conduce verso San Vigilio di Marebbe, attraversiamo scalini relativamente ripidi su un sentiero che si fa stretto che si snoda lungo pareti di roccia maestose, in parte è anche esposto. Giunti ad una croce in legno detta “Wetterkreuz” ci allontaniamo dal sentiero che porta a San Vigilio ed imbocchiamo la destra in direzione Ücia Picio Pre (impianto di risalita), da dove un sentiero conduce al nostro punto di partenza, attraversando il bosco.

Indicazione: quest’escursione unisce tutto ciò che rende una gita piacevole ed impressionante: la salita attraverso il bosco, un canalone detritico interessante, prati verso la vetta, una splendida vista a 360 gradi ed una via di ritorno lungo le pareti di roccia dolomitiche. Escursione di media difficoltà che richiede un minimo di esperienza alpina e un passo sicuro, soprattutto al ritorno! Chi intende scalare due vette in un’escursione, dalla Forcella Tre Dita può anche scalare l’omonima vetta. L’escursione può anche essere affrontata in senso antiorario, considerata però più impegnativa.

Autore: BS

Consiglio: se volete intraprendere questa escursione, informatevi prima delle attuali condizioni direttamente sul posto!

Punto di partenza: Passo Furcia, raggiungibile da Valdaora e San Vigilio di Marebbe
Percorso: Passo Furcia - Forcella Tre Dita - Piz da Peres - croce in legno “Wetterkreuz” - Ücia Picio Prè - Passo Furcia
Segnavia: 3, 12, 12B
Tempo di percorrenza: ca. 4 ore
Dislivello: 750 m (salita)
Altitudine: tra 1.758 e 2.507 m s.l.m.
Escursione intrapresa a: luglio 2010
Ulteriori informazioni: APT San Vigilio di Marebbe, tel. +39 0474 501037

Alloggi consigliati

  1. Hotel Post - Tolderhof
    Hotel

    Hotel Post - Tolderhof

  2. Apart Residence Rautal
    Residence

    Apart Residence Rautal

  3. Hotel Aqua Bad Cortina
    Hotel

    Hotel Aqua Bad Cortina

Suggerimenti ed ulteriori informazioni